Martedì, 23 Gennaio, 2018

Roma, turista australiana aggredita: "Non ricordo di essere stata violentata"

Elvia Crecco | 18 Ottobre, 2016, 00:05

E' il racconto fatto al gip Giulia Proto dalla turista australiana di 49 anni stuprata la notte tra il 2 e il 3 ottobre scorso e rapinata di soldi e gioielli. "All'altezza del parco di Colle Oppio mi ha aggredito, mi ha colpito con un pugno al volto e io ho perso i sensi, non ricordo cosa sia accaduto dopo". Il presunto responsabile della violenza, il romeno Eduard Oprea, assistito dall'avvocato Andrea Palmiero, ha partecipato all'atto istruttorio, nel corso del quale la vittima è stata anche chiamata a riconoscere alcuni dei gioielli che le sarebbero stati sottratti dall'uomo prima dello stupro. "Ero in uno stato di incoscienza perché ero stata percossa". La donna ha negato di essere stata avvicinata da due arabi, come raccontato da Oprea che ha cercato di scagionarsi. "Ero a Roma per qualche giorno di vacanza, ero in compagnia di un amico. Sono andata in un locale a due passi dalla stazione, ho bevuto due drink e ricordo di essere stata avvicinata da Oprea". Così ha detto la turista australiana oggetto di violenza sessuale a Colle Oppio. "Mi sono risvegliata dopo alcuni minuti - ha aggiunto - E avevo dolori in più parti del corpo".

Le indagini intanto vanno avanti, nell'attesa dei risultati del test del Dna prelevato ad Oprea nei giorni scorsi, su richiesta dello stesso accusato e del suo legale. La gip però, considerato il pericolo di "fuga e reiterazione del reato", aveva convalidato il fermo ed emesso l'ordinanza di custodia cautelare per violenza sessuale e rapina.

Altre Notizie