Domenica, 21 Gennaio, 2018

Bologna, Donadoni: "Il Napoli mi stimola anche senza Higuain"

Milik bomber d'Europa ha fatto meglio anche di Messi Bologna, Donadoni: "Il Napoli mi stimola anche senza Higuain"
Elettra Stolfi | 19 Settembre, 2016, 10:39

Chance per Manolo Gabbiadini al centro dell'attacco che vorrà ben figurare contro la sua ex squadra. E' un test importante, complicato per certi versi ma la crescita non deve essere solo tecnica ma anche mentale. Del resto quello è un campo difficile. Sulla sponda azzurra potrebbe tornare Zielinski dal primo minuto, in lotta con uno fra Hamsik ed Allan, in attacco il tecnico napoletano dovrà scegliere chi andrà a comporre il tridente offensivo: l'unico sicuro del posto appare lo spagnolo Callejon. Dobbiamo venirne a capo. "Ci sono persone - prosegue Piraino - che conoscono le vera realtà dei fatti, che non è quella raccontata sui giornali". Se adesso vengo odiato io non mi interessa, solo mi dispiace per lui, perché quasi nessuno ha capito che si era generato un clima in grado di minare la sua serenità. Scalpitano anche Strinic, Diawara e Insigne, che sono in ballottaggio con Ghoulam, Jorginho e Mertens.

Dall'essere una giovane promessa delle giovanili del Milan al palcoscenico della Serie A nel ruolo certamente più affascinante ma anche in via d'estinzione, almeno nella versione più classica del numero 10 per eccellenza, fatta tutta di tecnica e fantasia.

Il Bologna conferma difesa e centrocampo che ormai si possono considerare titolari: Krafth terzino destro e Nagy in cabina di regia. Non convocati Mirante, Gomis e Sadiq per problemi fisici, mentre hanno recuperato Rizzo, Donsah e Maietta, ma dovrebbero partire tutti e 3 dalla panchina. Per mille motivi si è arrivati ad un punto di completo scollegamento tra il club e il giocatore, quindi abbiamo optato per questo tipo di atteggiamento. "Personalmente quando lo vedrò lo saluterò come ho sempre fatto".

Altre Notizie