Domenica, 21 Gennaio, 2018

Mps: corsa a tre per la poltrona di Viola

Trema la banca rossa si è dimesso il capo. Il mistero su quanto intascherà ora Mps: corsa a tre per la poltrona di Viola
Remigio Civitarese | 09 Settembre, 2016, 11:04

A dare comunicazione di quello che sembra una separazione consensuale è stata una comunicazione di ieri sera della banca toscana.

Fabrizio Viola lascia la guida della Banca Monte Paschi di Siena.

Fabrizio Viola ha comunque dato la propria disponibilità a cercare, insieme al President di Mps, "una ipotesi di accordo per la risoluzione del rapporto in corso" Viola, precisa la nota, manterrà "le proprie funzioni fino alla nomina del suo successore assicurando il proprio supporto per il tempo necessario". Il cda ha avviato il processo per la successione dell'amministratore delegato con l'obiettivo di arrivare a una nomina "in tempi molto brevi".

Cambio in vista ai vertici di Banca Monte dei Paschi di Siena. Evidente il tentativo di sostituire il vertice per poter così iniziare un nuovo corso. Nel frattempo il cda ha tributato l'onore delle armi all'ad, "chiamato alla guida della banca in un momento di estrema difficoltà per l'istituto", quando sostituì il dg che aveva operato al fianco di Giuseppe Mussari, Antonio Vigni.

L'ad uscente "lascia la banca solida e in utile, con un piano, presentato al mercato lo scorso 29 luglio, che comprende una soluzione strutturale e definitiva per gli npl".

Tra i candidati che potrebbero prendere il posto di Fabrizio Viola alla guida di Mps spunta il nome di Marco Morelli, numero uno di Merrill Lynch in Italia. Oggi, allora, un nuovo aumento di capitale per salvare la banca ha forse portato a guardare oltre? a Nuovi soggetti?

"Mi dispiace molto - ha dichiarato a tarda sera il presidente Massimo Tononi - ho lavorato molto bene con Fabrizio e avrei voluto continuare a lavorare con lui".

Altre Notizie