Domenica, 22 Aprile, 2018

Sindacati banche, pronti a sciopero

LAVORO      Banche i sindacati minacciano sciopero e il Governo frena su esuberi 
      04 Settembre 2016 LAVORO Banche i sindacati minacciano sciopero e il Governo frena su esuberi 04 Settembre 2016
Remigio Civitarese | 03 Settembre, 2016, 20:31

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha annunciato la necessità di tagliare, in 10 anni, 150.000 lavoratori bancari. I rappresentati di categoria chiedono un incontro urgente minacciando lo sciopero generale. L'affermazione di Renzi circa la necessita' di ridurre, in 10 anni, di 150.000 lavoratori bancari il numero degli addetti nel settore creditizio, merita una sola risposta: "sciopero generale". I sindacati invitano l'Abi a "prendere posizione contro queste sconclusionate affermazioni del Premier".

Le dichiarazioni sono state confermate dal presidente di Bnl Luigi Abete, sottolineando, tuttavia, che "Renzi ha fatto un ragionamento" non ha formulato una previsione. I sindacati del settore ricordano di aver dato prova di "grandi capacita' concertative per la risoluzione dei problemi del settore". Ma Renzi non ci ha spiegato fino a ieri che "è il mercato bellezza". A differenza delle affermazioni del premier attraverso il nostro Fondo per l'Occupazione, finanziato dai lavoratori, abbiamo creato, in questi ultimi 4 anni, oltre 12 mila posti di lavoro in più"."Ma oggi - affermano - il piatto è colmo. "Adesso basta!- si legge in una nota sindacale unitaria- Non si può più accettare che un presidente del Consiglio si ostini sistematicamente a stimolare tagli di personale per accreditarsi i poteri forti che lo hanno sostenuto".

Altre Notizie